Buoni pasto agriturismo: come funziona il cumulo

buoni pasto agriturismo

Buoni pasto per pagare negli agriturismi

A partire da sabato 9 settembre 2017 è entrata in vigore la cumulabilità dei buoni pasto. Ciò significa che i lavoratori che ne usufruiscono in sostituzione del servizio mensa, potranno, a partire da questo momento, utilizzarne più di uno contemporaneamente, fino ad un massimo di otto. Con l’ulteriore novità è che i buoni pasto potranno essere utilizzati anche negli agriturismi. In realtà la normativa va a regolarizzare una prassi che molti esercizi commerciali già permettevano da tempo – la cumulabilità dei buoni pasto appunto -, nonostante, ufficialmente, fosse noto che tale cumulabilità non fosse di fatto consentita.



Come funziona il cumulo dei buoni pasto

Il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico ha dunque dato il via alla cumulabilità fino a otto buoni pasto per volta, consentendone l’utilizzo anche negli agriturismi. Impiegati soprattutto per fare la spesa negli esercizi commerciali che li accettano, questi buoni, a partire da sabato 9 settembre 2017, possono quindi essere validamente presentati anche per pagare gli agriturismi (e non solo). Un’ottima notizia per tutti quegli italiani per cui questi strumenti rappresentano un ottimo modo per far fronte ad una spesa, soprattutto quella alimentare, che porta via un bel po’ di budget mensile a disposizione.

A partire dal 9 settembre 2017, dunque, sarà ufficialmente permesso poter pagare le somme dovute (per la spesa nei supermercati, nei mercati e anche negli agriturismi) presentando fino a otto buoni pasto per volta e andando così a superare il tradizionale divieto – in parte giù infranto dalla prassi – di non poterli cumulare.

Quanto valgono i buoni pasto

A fronte di tutte le interessanti novità introdotte, giova ricordare che i buoni pasto anche se oggi cumulabili e utilizzabili per pagare gli agriturismi, restano non cedibili e non convertibili in denaro. Occorre inoltre ricordare che questi buoni possono essere utilizzati soltanto dal titolare degli stessi, che deve impiegarli per l’intero del loro valore facciale e non può ottenere resto in cambio.

foto di copertina: Pixabay

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Commenti chiusi