Avvistamento balene: miglior periodo in Sudafrica

avvistamento balene sudafrica

Il Sudafrica è famoso anche per la straordinaria fauna marina. Ogni anno le balene popolano le acque di Cape Town e qui, sulla costa meridionale, si trova proprio il punto migliore da cui poterle avvistare: un’esperienza unica faccia a faccia con i giganti dell’Oceano. In questo articolo vi daremo una serie di suggerimenti utili sul periodo migliore per il Whale Watching (avvistamento balene) in Sudafrica.



Periodo migliore per avvistamento balene in Sudafrica

Il periodo suggerito per avvistare le balene va da giugno a novembre, quando migrano dalle acque più fredde dell’Antartico per raggiungere quelle più calde del Sudafrica. Il picco della stagione si ha da luglio a ottobre.

La rotta delle balene in Sudafrica

Percorrendo la whale route, si raggiungono cittadine deliziose come Betty’s Bay, Kleimond, Hermanus, Pringle Bay, Stanford e Gansbaai. Lungo questo percorso si trovano i migliori punti da cui avvistare le balene, rimanendo sulla terraferma: da Betty’s Bay, a 15 minuti di auto dall’aeroporto di Cape Town, bagnata dall’Oceano Atlantico su un versante e ricoperta dal Fynbos, la tipica vegetazione arbustiva sudafricana, sull’altro. I visitatori troveranno sul loro cammino anche diversi villaggi pittoreschi.

Hermanus è la migliore postazione per avvistare le balene lungo la whale route e vanta anche ottime strutture alberghiere, ristoranti e attrazioni. Dal 29 settembre al 1° ottobre, la città ospita il Whale Festival, un evento dedicato interamente a questi cetacei e che attrae ogni anno tantissimi visitatori.

Per un incontro ravvicinato con questi magnifici giganti del mare si può fare whale watching in barca. Diversi operatori attivi presenti in loco, sono autorizzati ad avvicinarsi alle balene mantenendo una distanza di 300 metri per non disturbarle. Durante queste escursioni si potrà saperne di più anche sulle loro dimensioni e il loro comportamento abituale.



Quali balene si possono avvistare in Sudafrica

Balena australe: grazie alla lentezza e al suo modo fluttuante di nuotare, è la balena perfetta da ammirare. La sua lunghezza media è di 15 metri e può arrivare a pesare anche 60 tonnellate.

Megattera: è possibile avvistarla intorno a Città del Capo, durante la migrazione dalle regioni polari al Mozambico e al Madagascar, dove si riproduce e partorisce.

Balenottera di Bryde: nonostante sia l’unica specie presente tutto l’anno nelle acque sudafricane, è difficile avvistarla perché tende a rimanere sott’acqua a lungo prima di riemergere in superficie, anche se per poco.

Cosa portare per il Whale Watching

Binocolo, cappello e crema solare non possono mancare nel kit di whale watching.

 

comunicato stampa

foto di copertina: Pixabay

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi