Sardegna fuori stagione: una vacanza low cost senza rinunciare al meglio

sardegna fuori stagione

Una delle mete turistiche per eccellenza del nostro Bel Paese, invidiato da tutti nel mondo, è sicuramente la Sardegna, la nostra perla più preziosa, rinomata per il mare “caraibico”, le spiagge bianchissime, i panorami spettacolari, e, perché no, anche per tutte le attrezzature mondane ed i locali di lusso che la rendono meta di Vip da ogni parte del mondo.

Certo è che, di contro, proprio per queste caratteristiche di meraviglia pura, un soggiorno in Sardegna, specie se in piena estate, può essere davvero molto costoso, a meno che non si tengano presenti alcuni accorgimenti per organizzare al meglio una vacanza in Sardegna in bassa stagione, dove comunque mare, sabbia, panorami restano a disposizione del fortunato turista.

Diciamo la verità, per gli amanti delle vacanze low cost, molto spesso è più facile pensare di partire per mete lontane ed esotiche che non soggiornare in Sardegna, tradizionalmente immaginata come la più cara delle regioni.

Spesso, però, non è così: buona regola sarebbe poter programmare il viaggio con un congruo anticipo poiché le compagnie di trasporto, sia navigazione che aeree, offrono tariffe low cost, in particolare nei mesi di Maggio/Giugno e Settembre/Ottobre: la flessibilità per la partenza è la base del risparmio e, a volte, informandosi sui pacchetti viaggio+soggiorno, sempre in bassa stagione, si scoprono interessanti occasioni e promozioni.

sardegna fuori stagione

Un altro suggerimento è pensare di viaggiare in traghetto, evitando così poi di spendere per noleggiare un’auto sull’isola, e scegliere un passaggio diurno: in questo caso può essere sufficiente il posto ponte, con evidente risparmio rispetto alla cabina.

E ora che abbiamo organizzato il viaggio…dove alloggiamo?

Ovviamente, la scelta deve essere prenotata prima della partenza, sconsiglierei di giungere sull’isola senza una meta stabilita per l’alloggio. Ed ecco allora che le case dei pescatori, oppure ottimi B&B, o ancora piccoli alberghi a conduzione familiare aperti tutto l’anno, prendono il posto, per le prenotazioni dei turisti fuori stagione, delle lussuose strutture eleganti e rinomate, affollatissime in piena estate, consentendo agli ospiti di godersi l’isola quasi più da isolano che da turista.

sardegna fuori stagione

Quando la grande folla non c’è ancora, in primavera, o non c’è più, all’inizio dell’autunno, la splendida Sardegna si rivela ai pochi (e fortunati) turisti come la vera perla del Mediterraneo, senza il caldo opprimente ed, ovviamente, con le spiagge a misura d’uomo, o ancor meglio di coppia!

Anche la vita di spiaggia, infatti, in bassa stagione, può essere goduta a livello più economico poiché, accanto agli splendidi lidi privati, esistono meravigliose spiagge libere che, in quanto tali, sono a costo zero, vivibili al massimo, per abbronzature selvagge o romantici falò serali.

E che dire poi delle tradizionali masserie e trattorie sparse su tutto il territorio, sia sulle coste che nel selvaggio ed affascinante interno?

Facile anche, senza il sole cocente di piena estate, organizzare tour interni ed escursioni nelle principali località, a partire da Cagliari, meta perfetta per un week end “lungo” ad ottobre, per esempio, alla scoperta dell’entroterra, o, per esempio, a Quartu, per godere del piacere dei ricci appena pescati e, ovviamente del mare più blu.

foto: Pixabay

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

2 commenti:

  1. Barbara, non ti conosco, ma mi hai fatto tornare voglia di tornare in Sardegna. Che bei ricordi. Un mare unico e le spiagge paradisiache. Insieme alle mie amiche, abbiamo noleggiato un’auto appena atterrate a Cagliari, prenotandolo prima su TiNoleggio.it e poi ci siamo dirette verso il nostro b&b nel centro del capoluogo. Consiglio di avere un mezzo proprio per muoversi e arrivare le meraviglie di Quartu e non solo.

Rispondi