La nuova A2 – Autostrada del Mediterraneo

Autostrada del Mediterraneo

Non sarà più solo “un’autostrada”, questo è certo. Stiamo parlando della nuova A2- Autostrada del Mediterraneo, la denominazione dell’ex A3, la famosa Salerno/Reggio Calabria, l’arteria più importante per gli spostamenti e collegamenti del nostro Sud.

Come sappiamo, nello scorso dicembre 2016, è stata completata la ricostruzione di tutto il percorso con corsie che rispecchiano standard più moderni e sicuri.

Si tratta di un traguardo importante ed atteso da almeno 55 anni tanto quanto è il tempo trascorso dall’inizio del lavori ai giorni nostri, intervallato da continui ampliamenti e vari progetti che, di volta in volta, sembravano dover essere quelli definitivi.

Ma questa volta è davvero così e non solo: la nuova “Autostrada del Mediterraneo” non sarà più soltanto un’arteria veloce e scorrevole semplicemente per “spostarsi” ma, anzi, vuole e deve diventare, in un’ottica di sviluppo turistico e commerciale regionale, un piacevole percorso culturale e gastronomico, per far conoscere e diffondere quanto di bello e di buono il territorio calabrese offre e presenta.

Non dimentichiamo, infatti, che la regione è ricca di strutture turistico-ricettive (per fare un esempio citiamo il noto villaggio turistico in Calabria Minerva Resort) che hanno la necessità di poter contare su infrastrutture moderne ed efficienti per poter essere davvero pienamente competitive sul mercato.

Ed ecco quindi il progetto della Regione Calabria, discusso anche in un recente incontro cui hanno partecipato l’Assessore alle infrastrutture Roberto Musmanno, il Responsabile del Coordinamento territoriale Giuseppe Ferrara, vertici di ANAS e di importanti realtà territoriali.

Durante la riunione, presieduta dal Presidente della Regione Mario Oliverio, si è discusso dell’obiettivo comune che vede, oltre ovviamente al rispetto degli standard di viabilità dell’arteria autostradale, anche del rinnovo della cartellonistica, che vedrà quindi, lungo tutto il percorso, posizionati nuovi tabelloni ben visibili al transito.

Appariranno di volta in volta agli sguardi dei viaggiatori, cartelloni che indicheranno le ricchezze e le bellezze del luogo in cui si sta transitando, sia dal punto di vista culturale, che ricreativo che enogastronomico.

Inoltre, sono state individuati dieci tra “vie” e “percorsi”, che individuano il tema del territorio che si sta transitando: avremo quindi i percorsi “Sulle orme di” Bacco e Cerere, e le Vie così distinte: Caffè, Fede, Archeologia, Sport, Parchi, Castelli, Storia e Mito.

Fermo restando che il punto focale di un’arteria stradale resta sempre la sicurezza per chi viaggia e, come tale, la priorità assoluta è sempre il Codice della Strada con le sue regole tassative, è pur vero che ora il lungo serpentone che attraversa e collega una zona tanto lunga, bella ed importante per il nostro paese sarà visto anche come interessante panorama turistico/commerciale, volto a far conoscere quanto di bello e di buono la Regione Calabria può offrire.

A supporto delle info e notizie a riguardo, sarà anche messa a punto una nuova APP, scaricabile dal portale del Turismo calabrese (www.turiscalabria.it), info che si aggiunge a quanto già rappresentato nel sito del progetto, www.autostradadelmediterraneo.it.

Importante, dunque, il connubio fra ingegneria e viabilità che ben si sposa con la magia dei luoghi di una fra le più affascinanti Regioni d’Italia, lambita da mari meravigliosi e ricca di tradizioni, buon cibo e strutture ricettive capaci di soddisfare ogni esigenza.

Benvenuti in Calabria, quindi: dove viaggiare diventa un piacere. E raggiungere la meta un meraviglioso modo per scoprire ciò che ci circonda.

foto di copertina: stradeanas.it

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi