Vedere Parigi in meno di tre giorni: gli itinerari

parigi

Parigi era una delle mete che avevo messo nella mia lista personale dei luoghi da vedere perché almeno una volta nella vita nella capitale francese ci si deve andare. Non avrei mai immaginato che in un solo anno, alla fine, vi sarei andata per ben tre volte (una volta per vacanza, due volte per lavoro) ma soprattutto non avrei mai immaginato che di Parigi mi sarei talmente innamorata da desiderare di abitarvi.



Capisco che amo davvero una città quando ci metto piede per la prima volta e mi sembra essere davvero a casa oppure di stare esattamente dove dovrei. Mi era accaduta la stessa cosa con Milano – e infatti poi mi sono trasferita proprio lì. Che possa accadere anche con Parigi? Magari chissà, in futuro.

Parigi è una città che si lascia vivere ed esplorare, che ti accoglie a braccia aperte e ti mette di fronte a talmente tanta bellezza che fai quasi fatica a respirare. Parigi è bella, lo sa e si lascia ammirare. Ed è per questo che ho trovato fantastico perdermi in essa. Il mio viaggio-tipo ideale resta sempre quello di avere lo zaino in spalla, la macchina fotografica a portata di mano e scarpe comode per percorrere decine di chilometri. E in questo la Ville Lumière mi è stata molto complice.

Vedere Parigi in meno di tre giorni: primo giorno

Ho visitato la capitale francese nei primi giorni del mese di maggio di quest’anno (sì, ne sto scrivendo solo adesso ma ahimé il tempo è quello che è). Così come avevo fatto per Londra, un mese prima di partire ho ordinato la tessera per poter usufruire di tutti i trasporti pubblici (qui trovate le informazioni anche sulla Paris Visit), un’opzione che consiglio se si trascorrono almeno tre giorni in città. Nel mio caso è stata comoda sin da subito perché avendola ricevuta a casa, sono arrivata all’aeroporto Charles de Gaulle già in possesso della stessa e non ho dovuto fare altro che prendere la RER e arrivare fino a Gare du Nord, dove si trovava il mio albergo. Avere una base a Gare du Nord è un’altra scelta che mi sento di consigliare perché da lì, con i mezzi pubblici, si raggiungono facilmente tantissimi luoghi di interesse e poi la zona è molto vivace e ricca di locali in cui mangiare.



Arrivata il primo giorno, ho avuto tutto il pomeriggio e la sera a disposizione per iniziare a prendere confidenza con la città. Da Gare du Nord ho preso la metro (linea 4) e sono giunta a Les Halles, dove ci sono, tra gli altri il Giardino Nelson Mandela, le Centre Pompidou e anche la celebre statua L’ecoute di Henri de Miller. Da qui ho poi raggiunto a piedi sia la Senna (per fotografarla al tramonto, un’esperienza che consiglio assolutamente) sia il Museo del Louvre e la relativa piazza in cui ci sono le piramidi di vetro. A piedi è raggiungibile anche il Musée d’Orsay. A questo punto però ho deciso di prendere la metropolitana e di scendere alla fermata Trocadéro per andarmi a godere la Tour Eiffel di notte, mentre era tutta illuminata. Esperienza mistica: la torre va vista di giorno ma va vista soprattutto di notte perché in questo secondo caso è davvero tutt’altra storia.

Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi

Vedere Parigi in meno di tre giorni: secondo giorno

Il secondo giorno ho iniziato la mia visita della città prendendo la metro – sempre da Gare du Nord – e dirigendomi alla fermata Cité, per poi raggiungere a piedi la cattedrale di Notre Dame. Devo dire che la zona attorno alla cattedrale è stata una delle mie preferite: oltre alla stessa Notre Dame si è vicini alla Senna e poi si può proseguire a piedi per la Sorbonne, per i Giardini di Lussemburgo, per Les Jardins des Grands Explorateurs Marco Polo et Cavalier-de-la-Salle fino a giungere nella zona di Montparnasse. Proprio a Montparnasse ho deciso di prendere nuovamente la metropolitana e di arrivare fino alla fermata Champs-Elysées Clemenceau per fare un giro sui boulevard più esclusivi e famosi di Parigi. Qui ho camminato fino a giungere all’Arco di Trionfo (anche lui da vedere assolutamente).

Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi Parigi

Vedere Parigi in meno di tre giorni: terzo giorno

Prima di tornare a Charles de Gaulle e prendere l’aereo per Milano, ho trascorso tutta la mattinata nella zona di Montmartre (tra l’altro molto vicina a Gare du Nord). A Montmartre ci si trova in una zona piuttosto alta di Parigi e se si arriva in cima al Sacré Coeur si gode di una vista spettacolare su tutta la città. Chi ha la carta Paris Visite può salire anche sulla funicolare che porta direttamente alla basilica, senza necessità di fare un altro biglietto per usufruirne. L’alternativa è fare le scale a piedi, per chi vuole e può.

Parigi Parigi

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi