Montagna Spaccata Gaeta: orari e info

Montagna Spaccata Gaeta

Come avevo avuto occasione di dirvi in altra sede, Gaeta non è solo mare ma è molto di più: dopo avervi parlato del Tempio di San Francesco, adesso è arrivato il momento di presentarvi il Santuario della Montagna Spaccata, un gioiello di rara ed originale bellezza da non farvi scappare per nessuna ragione al mondo.



Montagna Spaccata Gaeta: come arrivare e info varie

La Montagna Spaccata di Gaeta e il relativo Santuario si trovano sul monte Orlando, raggiungibili percorrendo via SS. Trinità. Oltre alla Montagna Spaccata e alla Grotta del Turco, ci sono anche una chiesa e un museo. Per visitare la Grotta del Turco gli orari sono: 9/12:30 – 15/17:45. L’ingresso è ad offerta libera. Sappiate però che la lunghissima scalinata non è più interamente percorribile e che si possono scendere e risalire soltanto i primi 60 gradini, ossia quelli che conducono al belvedere. La decisione sembra essere stata presa per motivi di sicurezza, così come indicano i cartelli all’ingresso della grotta, e nonostante la vista dal belvedere sia sempre incantevole, se fosse ancora possibile scendere fino giù in basso sarebbe senz’altro meglio.montagna spaccata gaeta grotta del turco scalemontagna spaccata gaeta grotta del turco

Se giungete con l’automobile, è possibile posteggiare in un parcheggio situato all’ingresso del Santuario della Montagna Spaccata, da cui tra l’altro si ammira un panorama marino incredibile. Accanto al Santuario sono presenti anche bancarelle presso cui acquistare un ricordino (io ho portato a casa un paio di calamiti, che colleziono) e un ristorante in cui mangiare, La Garitta.

Montagna Spaccata Gaeta: la visita

Secondo la tradizione cristiana, la spaccatura centrale della montagna si sarebbe formata alla morte di Cristo. Le spaccature sono tre in realtà e i visitatori possono in parte camminarvi all’interno servendosi delle scalinate che sono state realizzate.



La prima spaccatura è stata chiamata Grotta del Turco e secondo la tradizione essa avrebbe rappresentato il punto di approdo di un miscredente che giunto nei pressi della montagna, avrebbe dubitato della natura miracolosa della sua spaccatura (verificatasi appunto durante la morte di Cristo).

montagna spaccata gaeta spaccatura centrale

Addentrandosi nella spaccatura centrale (che si trova seguendo il cartello Montagna Spaccata) è infatti possibile notare la suggestiva impronta di una mano nella roccia. Si tratterebbe proprio dell’impronta del turco, il cui tocco avrebbe causato il rammollimento della roccia stessa. All’interno della spaccatura centrale si trovano anche il letto di San Filippo Neri e la chiesetta del SS. Crocifisso.

montagna spaccata gaeta letto san filippo nerimontagna spaccata spaccatura centralemontagna spaccata gaeta mano del turco

Salendo le scale che portano in alto è invece possibile ammirare un panorama mozzafiato che non dovreste perdervi per nulla al mondo: la spaccatura ospita al suo interno un mare dai colori incredibili e prepara la vista all’orizzonte, in cui mare e cielo si uniscono l’uno all’altro. La terza spaccatura è invece quella più esterna e stretta e sarebbe visibile soltanto passando via mare.

montagna spaccata gaeta montagna spaccata gaeta

Orario Sante Messe
Feriali estive: 07:30 – 18:00
Prefestive estive: 18:00
Festive estive: 10:00 – 12:00 – 18:00
Per info: Tel. 0771/462068

Oggi il santuario è sede dei missionari del P.I.M.E. ed è visitabile tutti i giorni dalle ore 09:00 alle 12:00 e dalle 15:00 al tramonto.

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi