Spiaggia Berchida Sardegna: cosa sapere prima di andare

Berchida

La spiaggia di Berchida è considerata una delle oasi balneari della Sardegna più ammalianti di tutta la costa est ma si può ritenere per consenso popolare una delle 10 spiagge più belle dell’Isola.



Le macchie di colori della vegetazione incontaminata che la circondano e il mare cristallino delle sue acque donano a questo piccolo angolo di paradiso un contesto meraviglioso dove relax, armonia e un senso di libertà e spensieratezza catalizzano chi vi fa visita.

Acqua cristallina color turchese e sabbia finissima e bianchissima caratterizzano la spiaggia di Berchida che risulta accogliente per chi cerca tanto spazio per godersi una giornata senza la caotica folla di spiagge gettonate ma troppo battute, con la garanzia che sia coppie giovani, gruppi di ragazzi e famiglie con bambini possano godersi la pace regalata da questo angolo dalle bellezze naturali infinite.

Berchida

A Berchida ci si sente davvero distanti dal mondo esterno e si vivono momenti dove la testa prende davvero una pausa verso quell’Italia che ci fa sognare e ci ipnotizza per le sue bellezze floristiche e anche faunistiche. I piccoli pesci che si vedono mentre si nuota nel mare cristallino di Berchida sono uno spasso.




La spiaggia è notevolmente lunga e larga rispetto a tante spiagge strette della Sardegna e nella sua naturalezza ha tutti quei confort che si devono avere per poter trascorrere un’intera giornata di sole e mare. Nota da evidenziare. Chiaramente ad agosto rispetto a luglio non aspettatevi un ombrellone a 10 metri dall’altro. Berchida è leggermente più affollata ma in ogni caso una delle meno caotiche di tutta la costa orientale.

Spiaggia Berchida: costi e servizi

Anche per i più attempati la spiaggia di Berchida è consigliata, in quanto è una spiaggia libera ma con possibilità di noleggiare ombrelloni da due piccoli impianti balneari ben forniti e con prezzi nella norma (20 euro a luglio un ombrellone + 2 lettini mentre ad agosto 25 euro per lo stesso servizio entrambe giornata intera) questione apprezzata anche da famiglie con bambini molto piccoli che possono avere gioco forza di un punto ristoro che fa panini e piatti freddi e di servizi igienici all’esterno della spiaggia. I bagni solo quelli “chimici” perciò non aspettatevi la toilette profumata e pulita, con saponetta e asciugamani elettronici, però è in ogni caso un servizio ben gradito.

Per i cani l’ingresso è vietato ma qualche bel cucciolone in acqua lo abbiamo visto. Magari spostandosi dall’entrata principale e andando verso gli angoli della spiaggia i nostri amici quattro zampe si riescono tranquillamente a portare.

Berchida

Spiaggia Berchida: come raggiungerla

La spiaggia di Berchida si trova a circa 50 Km a sud di Olbia e si arriva tramite la ss 125 che passa da Siniscola e prosegue sino ad Orosei. Ben indicata sulle mappe di Google e sui navigatori auto, la spiaggia è comunque indicata da un cartello che indica il punto in cui entrare nella strada sterrata da percorrere per arrivare al parcheggio (che costa 8,50 euro per tutta la giornata e che consente la sosta anche ai camper, a 12 euro al giorno).

Berchida

Il percorso sterrato è lungo circa 4 Km e non è caratterizzato da avvallamenti o buche o sassi. Per intenderci si può percorrere anche con una Lamborghini. Vostra sensibilità quella di mantenere velocità adeguate onde evitare polveroni di terra e derapate fuori luogo.

Spiaggia Berchida: attenzione al maestrale

Accertatevi prima di far visita alla spiaggia di Berchida che in quella giornata non sia presente vento di maestrale. In tal caso è sicuramente meglio rinviare la visita per non rimanere delusi da una giornata che si prospetterebbe insidiosa. Ombrelloni inutilizzabili e fastidio costante per la forza delle raffiche provenienti da nord ovest. Berchida è in un’area molto aperta (non ci sono alberi ma innumerevoli piccoli arbusti) e non è riparata da conche o piccoli golfi. Sebbene l’acqua non sia subito profonda e si possa camminare fino a 10-15 metri (per questo anche molto adatta ai più piccoli e a chi non sa nuotare) ci si trova con il mare aperto di fronte. Per questo capita spesso che nelle ore del pomeriggio le acque si possa leggermente agitare con piccole onde ma niente di così drammatico. Si fa il bagno tranquillamente e senza patemi.

Colori incantevoli, un vero paradiso terrestre, la Sardegna è anche questa. E cerchiamo di salvaguardarla con senso civico e quello spirito di italianità che purtroppo a volte viene a mancare e ci allontana da quello che la nostra terra ci regala.

Berchida Berchida Berchida Berchida Berchida

Testo e foto a cura di Riccardo Mantica

Riccardo Mantica – Facebook

Riccardo Mantica – Twitter

Riccardo Mantica – Instagram

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Un commento:

  1. Pingback:Spiaggia Biderosa Sardegna: cosa sapere prima di andare - BreathTrip

Rispondi