MI Games 2016: il programma e le novità della terza edizione

MI Games 2016

La terza edizione di Mi Games è stata presentata: quest’anno il più grande evento multi-sport in Italia vedrà lo svolgimento in contemporanea di un torneo con diverse attività sportive (basket, calcio, beach volley, atletica e la gabbia) non solo nelle piazze di Milano e Santa Margherita Ligure, ma anche nel centro città di Genova e Torino e di Rulindo (in Rwanda).



Soddisfatto dai risultati ottenuti nelle prime edizioni, Davide Ardizzone (Founder di MI Games) ha deciso di ampliare il progetto con l’obiettivo preciso di portare i Mi Games “in Tour” nelle piazze delle maggiori città italiane, in modo tale da arrivare a creare un circuito di eventi su base nazionale tramite cui non solo coinvolgere e divertire i cittadini di ogni età, ma anche vivere e riscoprire l’ambiente urbano in modo nuovo, inaspettato e dinamico.

Nella passata edizione sono state introdotte importanti novità come il camp per bambini, il calcio integrato, il calcio femminile, la pallanuoto, il sit volley, l’atletica (40 mt), il ping pong ed il calcio balilla. Tutte iniziative che hanno permesso di registrare un aumento del 65 per cento degli atleti iscritti.

MI Games 2016

Da sinistra verso destra: Ivan Ramiro Cordoba, Davide Ardizzone, Antonio Rossi e Marco Materazzi

MI Games 2016: le novità

Le novità della terza edizione si presentano già a partire dalle tappe: oltre a MilanoSanta Margherita Ligure che erano già presenti lo scorso anno, infatti, i Mi Games sbarcheranno nelle piazze di Genova e Torino, che ospiteranno l’evento rispettivamente nei centralissimi distretti del Porto Antico e di Piazza Arbarello. Per quanto riguarda la tappa milanese, quest’anno l’evento si svolgerà in piazza Città di Lombardia (dove c’è il Palazzo della Regione). Qui sarà creato un village che resterà aperto per tutta la durata dell’evento.

Il MI Games 2016 partirà proprio dal capoluogo lombardo, dove andrà in scena dal 23 al 29 maggio. Poi si proseguirà per Torino (dal 15 al 19 giugno), Genova (dal 6 al 10 luglio), Santa Margherita Ligure (dal 3 al 7 agosto) e infine in Rwanda, dal 23 al 25 settembre. In tutto si tratterà di ventisei giorni di sport, di 5.600 atleti coinvolti e di circa 38 mila persone attese.

Il Charity Program e lo sport per disabili

Per quanto riguarda gli elementi di continuità invece, anche per questa edizione è stata rinnovata la collaborazione con Okapia, la Onlus che ha già esportato lo scorso anno il format di Mi Games in Rwanda, nel distretto di Rulindo, per un significativo gemellaggio che permetterà a quattrocento bambini di età compresa tra i sei ed i sedici anni di trascorrere tre giornate all’insegna dello sport e dello stare insieme.

Prosegue inoltre il sostegno del progetto alimentare a favore dei bambini colombiani in età scolare attuato in collaborazione con Italia por Colombia, la fondazione benefica dell’ex calciatore Ivan Ramiro Cordoba.

MI Games 2016

Da sinistra verso destra: Dennis Treu, Margareta Kozuch, Ivan Ramiro Cordoba, Davide Ardizzone, Antonio Rossi, Fausto Maifredi

Gli sponsor di Mi Games 2016

L’intera manifestazione di Mi Games ha ottenuto patrocini a livello nazionale, regionale e comunale dal Coni Italia, dalle federazioni sportive, dalle regioni e dai comuni. Adidas, il marchio globale sinonimo di sport, sarà il fornitore ufficiale della manifestazione per supportare gli atleti a fare la differenza. Perché anche attraverso lo sport, abbiamo il potere di cambiare le nostre vite. A livello nazionale Mi Games sarà supportato da Audi, Generali Italia e Samsung, in veste di platinum sponsor, e da Cisco, San Carlo, Space23 e Cover Store quali gold sponsor. Mi Games ha stretto un accordo di media partner con Disco Radio e di fornitura ufficiale con Carlsberg.

Per tutte le informazioni visitate il sito ufficiale.

Nel video alcune dichiarazioni fatte da Ivan Ramiro Cordoba nel corso della conferenza stampa di presentazione di MI Games 2016 a Milano (presso lo Space23 di corso Garibaldi 104).

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi