Cosa vedere a Siviglia: le dieci tappe imperdibili

Siviglia è la città con il cielo colorato poiché le case sono piene di maioliche con decori eleganti e pieni di colori che possono ben rappresentare l’immagine di questa città che rispecchia la Spagna più vera: quella  che riesce coniugare le tradizioni e il sapere popolare con le innovazioni architettoniche più avanguardiste.



In questo articolo vi voglio raccontare il mio viaggio attraverso 10 cose da vedere o fare assolutamente quando si è in queste terre.

Torre dell’Oro: la prima cosa da fare è sicuramente la visita alla torre dell’oro non per l’importanza storica della torre ma perché unisce le varie anime della città. Si trova in riva al Guadalquivir, il grande fiume della città, ed era la torre dove le navi in arrivo dalle americhe depositavano l’oro: il vero ingresso nel vecchio continente. Ora all’interno si trova un museo navale e dall’alto si può avere una panoramica della città e delle sue anime. Ve la consiglio per prendere confidenza con il territorio.

Cosa vedere a Siviglia Cattedrale e La Giralda: La meta che tutti vi diranno di visitare, molto frequentata in quasi tutti i mesi dell’anno ci sarà sicuramente coda per entrare. La cattedrale è l’unione degli stili gotici e rinascimentali ed è tra le più imponenti del mondo seconda solo alla basilica di San Pietro a Roma.



La cattedrale sorge dove un tempo c’era la Moschea Mayor e dell’antica costruzione conserva solo la Giralda, era il minareto, vero simbolo della città. La Giralda, campanile della cattedrale, è alta 96 metri e il suo nome si rifà alla statua della Fede (Giraldillo in spagnolo) che sta nella sommità della torre e gira con il vento. Consiglio la visita alla Cattedrale ma soprattutto la salita a piedi alla Giralda, la fatica è sostenibile anche per professionisti del divano.

Cosa vedere a Siviglia

Real Alcazar: I palazzi reali di Siviglia sono uno spettacolo che non si può perdere un’unione di stili da quello moresco a quelli neo-classici che si fondono e creano una sintonia di linee uniche al mondo. I palazzi sono circondati da magnifici giardini che sottolineano la magnificenza del luogo.

Cosa vedere a Siviglia

Barrio Triana: Uno dei quartieri caratteristici della città dove ancora oggi si può assaporare il mondo popolare di Triana, la bellezza della quotidianità. Consiglio l’ingresso alla cappella dei marinai mentre la movida è nei locali che si affacciano al fiume.

Cosa vedere a Siviglia

Perdersi per la città Barrio Santa Cruz: È il centro storico della città e coincide con l’ex quartiere ebreo, un’area completamente pedonalizzata dove assaporare i prodotti tipici della città e dove gustare le tapas. Fare Tapas è praticamente quello che qui chiamiamo apericena, per un viaggiatore un modo economico e veloce con cui pranzare o cenare. Il mio consiglio è imboccare le strette vie del centro e perdersi per la città così potreste scoprir luoghi meno noti ma ugualmente affascinanti, provare per credere ero il primo a esser scettico quando mi hanno consigliato questo gioco e mi sono dovuto ricredere.
Cosa vedere a Siviglia

Flamenco e la Carboneria: Il flamenco è sicuramente il ballo più caratteristico e tutti vogliono veder uno spettacolo e in città ci sono tantissimi luoghi dove si può assistere a esibizioni professionali o amatoriali il mio consiglio è andare a la Carboneria. La Carboneria è un luogo molto spartano ma autentico e vero, come un centro ricreativo di quartiere si entra e si può consumare qualcosa al bar e dopo le 23 ci sarà sicuramente qualcuno che si mette a ballar flamenco e se siete fortunati potreste assistere allo spettacolo di importanti ballerini di Flamenco che usano la Carboneria come la loro sala prove.

Cosa vedere a Siviglia

Piazza di Spagna: All’interno del Parco Maria Luisa c’è questa struttura costruita per l’Esposizione delle Americhe del 1929, la piazza semicircolare voleva rappresentare un abbraccio della Spagna alle sue colonie e nella parte frontale ci sono 58 panchine decorate con maioliche che rappresentano le province spagnole. Il palazzo centrale ora è sede di organi istituzionali.  Consiglio qualche ora di relax al parco e il giro delle panchine e in un ora avrete girato tutta la Spagna!

Cosa vedere a Siviglia

Barrio Macarena e la camera oscura: Un quartiere caratteristico da visitare ma sopratutto vi consiglio la camera oscura, che funziona come il periscopio dei sottomarini, di Torre de los Perdigones dove una guida simpaticissima vi racconterà curiosità e aneddoti sulla città dal fallimento di Expo ’92 ai vizi dei Sivigliani. Anche se canterete la famosa canzone Macarena non c’entra nulla con Siviglia e questo quartiere, io l’ho cantata comunque.

Cosa vedere a Siviglia

Las Setas – Metropol Parasol: I sivigliani li hanno soprannominati i grandi funghi della città perché in effetti la forma potrebbe ricordar proprio la squisitezze dei boschi ma in realtà sono la copertura di una piazza per conceder un po’ di ombra agli abitanti di questa città caldissima. Il progetto avveniristico è firmato dall’archistar Mayer che ha seguito i principi della bioedilizia utilizzando materiali naturali e la struttura è fatta completamente in legno di Madera. La visita alla passeggiata panoramica costa 3 euro ma ne vale la pena per gustarsi la città dall’alto ma soprattuto per il percorso fatto di curve, sali e scendi che vi farà per un attimo pensare di camminare nello spazio. Una struttura moderna che riqualifica una piazza e il mercato sottostante, ora divenuto centro commerciale e museo, ma soprattutto che spinge Siviglia nel nuovo millennio. Consiglio la passeggiata al tramonto.

Cosa vedere a Siviglia

Maioliche: Ultime ma non meno importanti sono le maioliche colorate che creano motivi geometrici ipnotici nei muri della città, nei soffitti delle terrazze e dei balconi. In tantissimi negozi le vendono come souvenir ma se non avete intenzione di piastrellare la cucina basta anche fermarsi qualche minuto ad ammirarle e farci una foto.

Per quanto riguarda il lato pratico quasi tutte le attività prevedono un biglietto d’ingresso ma i prezzi si aggirano tra i 3 e i 9 euro.

Per mangiare oltre i locali tipici e le taperie si trovano cucine etniche e internazionali mentre per l’alloggio ci sono varie possibilità da una camera su airbnb (come ho fatto io) a l’hotel extra lusso.

Se avete la possibilità di stare più di 3 giorni a Siviglia vi consiglio di approfittare per visitare Cadice a 1 ora di auto o l’Alhambra una delle meraviglie del mondo raggiungibile in 3 ore di auto.

Foto della gallery: @carlomariarighetto

Foto di copertina: by Pixabay

Carlo Maria Righetto

tratto solo argomenti da shampista, inseguendo un Telegatto.

Rispondi