Malaysia: National Day a Expo 2015

Il Padiglione della Malaysia a Expo 2015 è stato uno dei più visitati negli ultimi 5 mesi. È qui che il flusso di visitatori sperimenta la ricca diversità culturale e i progressi tecnologici innovativi che il Paese ha sviluppato. Evolvendo rapidamente dal suo patrimonio come una potenza mercantile da quando ottenne l’indipendenza soli 58 anni fa, la Malaysia è ora sul punto di ottenere lo status di nazione sviluppata, in gran parte a causa di un ringiovanimento dell’economia attraverso il programma di trasformazione economica che è stato avviato nel 2010.

A seguito della visita ufficiale nel padiglione della Malaysia per il National Day di ieri, il Ministro del Commercio Internazionale e dell’Industria, Mustapa Mohamed ha dichiarato: “Expo Milano 2015 è una grande opportunità per la Malaysia di mostrare il proprio cammino e diventare un giocatore chiave sulla scena regionale e internazionale. L’Esposizione Universale ci offre anche una piattaforma per mostrare la nostra storia di crescita e di successo unica al mondo“.

La delegazione nel padiglione della Malaysia è stata guidata dal Primo Ministro del Paese, l’Onorevole Najib Tun Razak, dai membri chiave della delegazione commerciale dal MITI, le sue agenzie e il Ministro della Cultura e del Turismo.

Malaysia: il padiglione a Expo 2015

Con il tema “Verso un Ecosistema Alimentare Sostenibile”, l’architettura del padiglione riflette il progressivo cammino del Paese verso un futuro sostenibile, mettendo in evidenza i progressi tecnologici e lo spirito resiliente dei malesi nel tracciare il corso ed essere una delle principali economie nella regione ASEAN entro il 2020.

Il padiglione della Malaysia fornisce anche un’esperienza coinvolgente per i visitatori con la celebrazione della ricca cultura e dell’esotica cucina attraverso autentiche performance, sfilate di moda, il Malaysia Food Festival e altre attività uniche. Il Malaysia Food Festival in particolare è stato il momento clou durante la visita del Primo Ministro dove la cucina eclettica, un purea delle migliori culture alimentari orientali e occidentali, ha offerto agli ospiti e ai visitatori un delizioso sapore della ricca diversità culturale del paese.

La partecipazione della Malaysia mira anche a rafforzare la sua posizione come destinazione per gli investimenti preferita nel Sud Est asiatico, che offre l’opportunità di investimento nei settori della tecnologia green, energia, manifatturiero e dei servizi. La crescita del PIL del 6% registrato lo scorso anno riflette le forti fondamenta economiche, sostenuti da confortevoli livelli di riserve estere, il basso debito estero, il basso tasso di disoccupazione e l’afflusso di sani investimenti esteri diretti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Malaysia: il Paese

Come il Fondo Monetario Internazionale (FMI) e la Banca Mondiale ha rivisto al ribasso la crescita economica globale di quest’anno al 3,5% e 3,0%, rispettivamente, i fondamentali economici della Malaysia hanno permesso di prevedere una crescita quest’anno del 4,5% al 5,5%. La Malaysia è più competitiva che mai, al 18th posto su 140 nelle economie al mondo secondo la classifica del World Economic Forum, mentre la Banca Mondiale colloca la Malaysia come il 18th posto più facile per fare affari.

“Siamo determinati a prendere queste sfide economiche esterne a testa alta e mettere in atto le misure necessarie per sostenere la nostra dinamica crescita. Expo Milano 2015 è un’occasione per mostrare al mercato europeo e il mondo che siamo innovativi, ad alta tecnologia e con un’economia sostenibile”, ha aggiunto il ministro Mustapa.

Come ha dichiarato l’attuale Presidente dell’ASEAN, il blocco regionale del Sud Est asiatico che promuovere la cooperazione politica ed economica, la Malaysia è determinata a realizzare il successo della Comunità Economica dell’ASEAN (AEC) entro la fine dell’anno con un’aspirazione condivisa della comunità “One ASEAN” . L’AEC mira a collegare la regione composta da 600 milioni di persone e creare un mercato unico e di produzione di base, con una visione più ampia di una regione economica profondamente integrata. La dimensione complessiva della popolazione, il PIL, e l’aspirazione comune renderà la regione in grado di competere con le più grandi economie del mondo. Come un mercato unico, l’ASEAN è la 7th più grande economia del mondo, con un prodotto interno lordo combinato superiore a 2 trilioni di dollari. Inoltre, le economie dell’ASEAN spostano la crescita media annua di oltre il 5% e il reddito medio pro capite di 3,800 dollari.

Il Ministro Mustapa ha aggiunto: “L’ASEAN è già un polo di attrazione per gli investimenti esteri diretti e un driver emergente per l’economia globale di oggi. La realizzazione della AEC invierà un forte segnale che l’ASEAN si è impegnata per la liberalizzazione del mercato e l’agevolazione degli scambi e degli investimenti. Al momento, abbiamo raggiunto oltre il 91% delle misure del AEC Blueprint e sono sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo del 95% entro novembre. La Malaysia è orgogliosa di guidare la carica verso una trasformazione dell’economia regionale ed è ansiosa di applicare le nostre conoscenze e l’esperienza per guidare l’agenda economica dell’ASEAN in futuro.”

La Malaysia è un paese che offre uno sguardo unico nel resto dell’Asia come spumeggiante, vivace, con un melting pot di etnie e religioni dove malesi, indiani, cinesi e molti altri gruppi etnici vivono insieme in pace e armonia. Il suo multiculturalismo ha fatto della Malaysia un paradiso gastronomico e ospita centinaia di feste colorate. I malesi sono molto rilassati, accogliente e amichevoli. Essere classificata come la 10th destinazione più popolare viaggio in tutto il mondo dalla UNWTO e la 4th migliore destinazione per lo shopping nel mondo dalla CNN, la Malaysia offre una serie infinita di emozioni. La Malaysia è presiede l’ASEAN per l’anno 2015 e questo ha facilitato le maggiori opportunità di investimento nella regione.

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi