Sultanato Oman: festa per i 2 milioni di visitatori a Expo 2015

Sono 2 milioni gli ospiti che il Sultanato dell’Oman ha accolto presso il proprio padiglione a Expo 2015. Concepito per evitare code all’ingresso, i visitatori vivono nei 2.790 metri quadri una qualità impareggiabile di esperienza di vita, la visione di un paese di straordinaria bellezza naturale. L’Oman regala alle persone che lo percorrono quello che molti bramano per tutta una vita, quantificabile in una sola parola: il sogno.

Sultanato Oman: 2 milioni di visitatori

Oggi, quando Josef Tischler, austriaco, ha varcato la soglia record del due milionesimo ospite, non ci poteva credere: “Grazie mille all’Oman per questa indescrivibile sorpresa. Sono molto felice di essere il due milionesimo visitatore di questo magnifico Padiglione”.

“Siamo molto orgogliosi di essere tra i primi paesi ad aver raggiunto questo straordinario risultato. Grazie Josef per aver scelto il nostro Padiglione, benvenuto! Siamo felici di omaggiarti con il Khanjar, il pugnale tradizionale omanita, ti aspettiamo in Oman!”, ha dichiarato con soddisfazione il Direttore del Padiglione, Azzan Qassim Al Busaidi, prima di offrire al fortunato vincitore un tour privato nella struttura.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sultanato Oman: il padiglione

Posizionato strategicamente di fronte all’entrata est Roserio di Expo 2015, il Padiglione del Sultanato dell‘Oman è facilmente riconoscibile dall’architettura dei fortini medievali di tradizione arabo-islamica. Il Paese partecipa all’Esposizione Universale col tema “Heritage in Harvest: Harnessing the sea, sun and sand”,  rispettando appieno il mandato di “Feeding the Planet, Energy for Life”, con una struttura idealmente suddivisa in quattro spazi rappresentativi del territorio, che accoglie l’ospite invitandolo a scoprire il ricco patrimonio culturale e le meraviglie del Sultanato, uno tra i territori più ricchi di storia, cultura e ambiente di tutto il pianeta.

I vari spazi del padiglione ogni giorno vengono attraversati da migliaia di persone grazie ai 3 ingressi indipendenti studiati appositamente per massimizzare il flusso di visitatori(57 mila il record di pochi giorni fa) e rappresentano l’acqua, le oasi, il mare e le tradizioni del Paese. In particolare l’acqua, ricchezza primaria del sultanato, è centrale nella concezione del Padiglione.

A Expo 2015 il Padiglione dell’Oman negli occhi del visitatore, di qualsiasi provenienza esso sia, fa realmente vivere il territorio prima d’ora solo immaginato e incoraggia alla condivisione con tutto il mondo dell’eredità del suo raccolto sostenibile dalla terra e del mare, rivelando millenni di tradizioni e pratiche, come l’antico sistema di irrigazione di Aflaj (patrimonio dell’umanità dell’UNESCO dal 2006) e l’agricoltura moderna delle scogliere sottomarine. L’Oman ha una storia unica di gestione delle risorse idriche che sono orgogliosamente rappresentate nella struttura.

Il Paese è riuscito a confermare, e a mostrare al mondo, il suo eccellente livello di accoglienza, di qualità, di passione, di bellezza e di creatività. Per questo, e per altri innumerevoli motivi, le persone stanno premiando il Sultanato dell’Oman come la vera sorpresa di Expo 2015.

Barbara Vellucci

Web editor, blogger, content producer e social media addicted! Amo i viaggi e la fotografia ed è per questo che ho deciso di far partire l'avventura di BreathTrip :-)

Rispondi